Cessione del Quinto

Cessione del Quinto
La Cessione del Quinto dello Stipendio o della Pensione è una forma di finanziamento personale, non finalizzato all’acquisto di un determinato bene. Pertanto, colui che richiede tale forma di prestito non dovrà dare alcuna giustificazione, riguardo all’impiego della somma richiesta.

La cessione del quinto riguarda i dipendenti statali e pubblici, in generale, ma con la legge finanziaria del 2005, questa tipologia di finanziamento è stata estesa anche ai dipendenti privati.

Hanno, infine, diritto a chiedere la cessione del quinto anche i pensionati, con le modalità che vedremo.
Essa consiste nella possibilità data al lavoratore dipendente o pensionato di chiedere un prestito, che egli potrà rimborsare alla banca o società finanziaria, tramite rimborsi mensili, da attuare direttamente con trattenute in busta paga fino al quinto dello stipendio o della pensione.

Le trattenute avverranno ad opera del datore di lavoro, fino al raggiungimento del montante da estinguere, per il periodo concordato, fino a un massimo di anni dieci, come previsto dalla legge.

Ciascuna rata, dunque, sarà comprensiva della quota capitale e degli interessi.
Il prestito è garantito dal TFR o liquidazione, ossia dalle somme accantonate dal datore di lavoro, in favore del lavoratore, in funzione degli anni di servizio e del suo reddito mensile.

Pertanto, in caso di licenziamento, dimissioni o pensionamento, la banca o società finanziaria potrà trattenere il montante residuo da rimborsare dal fondo accantonato, che il datore di lavoro è obbligato a non versare al lavoratore, a garanzia del prestito.
Nel caso di un pensionato, invece, la garanzia è data dalla sottoscrizione di una copertura assicurativa.

La nota positiva della cessione del quinto consiste nell’obbligo del datore a effettuare le trattenute mensili, nella mancanza di motivazione nella richiesta del prestito, nonché nella possibilità di accesso a questa forma di credito anche per i protestati, essendoci qui la garanzia dello stipendio o pensione.

Per i pensionati, provvederanno alle trattenute l’Inps o l’Inpdap, ma il prestito verrà erogato se alla scadenza del rimborso pattuito, il debitore non abbia superato il novantesimo anno di età.


CARATTERISTICHE CESSIONE DEL QUINTO

- Importi fino a 75.000 Euro e oltre (se abbinato al prestito delega)
- Rimborsi da 36 a 120 mesi.
- Per dipendenti e pensionati
- Anche in presenza di ritardi di pagamento, protesti, segnalazioni
- Con 2 assicurazioni obbligatorie a garanzia (rischio vita e rischio impiego)
- Estinzione anticipata in qualunque momento (con risparmio interessi sul capitale residuo)
- A firma singola (nessun garante richiesto)
- Rata trattenuta mensilmente in busta paga